Previous Next

Focaccia di Recco al formaggio igp

 FATTORE COMUNE,  quando il prodotto è sinonimo del territorio.

Nella giornata di venerdì 16 e sabato 17 novembre sono stata ospite del Consorzio della Focaccia di Recco Igp. Ho partecipato ad un interessante ed approfondito incontro, condotto dal Federico Quaranta di Linea Verde Rai 1, tra produttori, esperti del settore, politici ed amministratori, accomunati dall'interesse di proteggere prodotti e consumatori. L'IGP ottenuta dalla Focaccia di Recco al formaggio è un riconoscimento atto proprio alla protezione del prodotto stesso, che può essere preparato solo nei comuni di Recco, Camogli, Sori ed Avegno. Un 'bollino' in ostia alimentare posto sul prodotto o prima o dopo la cottura permetterà di riconoscerla (foto 2). La possibilità di seguire la preparazione in più laboratori con relativi assaggi ci ha deliziati in tutti i sensi.

Come si prepara questa delizia sottile, croccante dal ripieno fondente ??

Per una teglia di 60 cm di diametro: 500g di farina tipo 00 di forza o manitoba, 50 g di olio extra vergine di oliva, sale fino, acqua naturale e 1 kg di formaggio fresco (crescenza o stracchino).

Lavorare insieme farina, acqua e olio e sale fino ad ottenere un impasto morbido e liscio. Fate riposare 30 minuti. Tirare la sfoglia ( spessore inferiore al millimetro) e adagiarla sulla teglia unta (la parte sotto deve essere spessa il doppio di quella sopra che sarà un velo). Coprite la base di formaggio e ricoprite con una sfoglia trasparente. Saldate i bordi, togliete la pasta in eccesso. Pizzicate in più punti la superficie formando dei fori. Cospargete con un filo d'olio e una spolverizzata di sale. Cuocete in forno alla temperatura massima fino ad ottenere la superficie dorata con bolle e striature marroni.

Dove degustarla? Da Manuelina e  ristorante Alfredo  a Recco per esempio o da Revello a Camogli (in foto Camogli, merita non solo per la focaccia!).

Tantissimi i prodotti degustati : dal pesto genovese alla focaccia, ai pansotti (divini!! gustati nel Ristorante da Manuelina a Recco  e acquistati con il sugo di noci per ripetere l'esperienza a casa da Fiorella Conca a Camogli) e i vini liguri Pigato e Rossese.

Durante la serata del press tour presso il Ristorante da Manuelina è stato possibile degustare ed apprezzare i seguenti prodotti raccontati con passione dai produttori:

Puzzone di Moena D.O.P., Vino Barolo DOCG, Lardo di Colonnata IGP, Fungo Porcino di Borgotaro IGP, Bra D.O.P. e Raschera D.O.P. 

 

© 2018 Cucinama di Elena Formigoni - FRMLNE61S67F704J. All Rights Reserved. Designed By Lepolis