Previous Next

Chnéffléné con fonduta allo zafferano di montagna

 In collaborazione con Vette di Gusto Skypass Modena e Radio Number One ho rivisitato la ricetta degli Chnéffléné ricetta tipica della splendida Gressoney (Val d'Aosta) alla quale sono stata abbinata. Durante la manifestazione che si terrà a Modena dal 1 al 4 novembre la foodblogger Luisa Ambrosini di

Tacchi e Pentole preparerà tutte le ricette coinvolte nel progetto.

 Le trovate di seguito con il link al blog :

Marco Musso  Mare di Sicilia e Dintorni Cervinia - Seupa Valpelimentze

Cristiana Banchetti Rimmel a colazione Riale - Pratahapfla

Monica Bergomi La Luna sul Cucchiaio  Bormio - Sciatt della Valtellina

Cristina Mauri The Good Food Lab Livigno - Polenta taragna

Maria Teresa Calce My Secret Room Val Senales - Latte di neve

Giovanna Hoang La Petite Xuyen Canazei - Crema di patate di montagna con speck e ricotta affumicata

Valentina Tozza La Cucina che Vale Vittorio Veneto - Spiedo alla veneta

 

Ingredienti per gli Chnéffléné

500 g di farina senza glutine (oppure metà senza glutine e metà di castagne)

½ l di latte intero

2 uova bio

sale q.b.

Ingredienti per la fonduta allo zafferano

200 ml panna fresca

zafferano di montagna

100 g di toma (oppure 70 di toma e 50 di parmigiano)

1 cipolla caramellata con burro, olio evo, miele

Procedimento

Sbattete le uova ed aggiungete il latte. Unite la farina sempre mescolando ed infine salate. Lasciate riposare l'impasto mezz'oretta.

Affettate la cipolla. Scaldate in un pentolino dal fondo spesso burro e olio, inserite la cipolla e caramellate con miele (e se necessario aggiungete acqua calda).

Fate bollire l'acqua e salatela.

Appoggiate l'apposito attrezzo sopra la pentola e versate l'impasto muovendo l'utensile avanti e indietro lasciandolo cadere nell'acqua.

Prelevare gli gnocchetti che affiorano con una schiumarola.

Nel frattempo scaldate la panna fresca con lo zafferano ed inserite i tocchetti di toma. Fate fondere fino ad ottenere una fonduta liscia ed omogenea.

Condite gli Chnèffléné con la fonduta e la cipolla caramellata. Servite ben caldi.

Oppure distribuite nel piatto la fonduta e adagiate sopra gli Chnéffléné e

decorate con qualche pistillo di zafferano e la cipolla caramellata.

© 2018 Cucinama di Elena Formigoni - FRMLNE61S67F704J. All Rights Reserved. Designed By Lepolis